Bollicine (art. 42)

bollicine3

Alp Grüm, Svizzera. Cima di montagna soleggiata con Piano ghiacciato. ph. Il Piccolo CANTO

 

Bollicine

Spesso guardo il cielo
Sento l’infinito che mi circonda.
Quanti pensieri evanescenti,
affascinanti come Bollicine.
Rimaniamo ore, giorni, anni,
Tutta la vita ipnotizzati
da quelle brillanti bollicine
Asservendo la nostra intelligenza.
Tempo perso,
Tempo legato,
Tempo che non torna.

Spesso guardo il cielo,
sento l’infinito che mi parla:
“Ti offro vita e morte,
respiro e affanno,
gioia e dolore,
amore e odio…
Ti offro libero arbitrio.
Legati,
ma non legarti veramente,
perché nulla resta, neanche Tu.
Ciò che rimane è il ricordo
dell’amore che hai regalato.
Ciò che rimane
è lo scoppio del tuo infinito nell’altro”.

Il Piccolo CANTO C.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...